Land Grabbing e il Far West del XXI secolo

Posted by
Land Grabbing e il Far West del XXI secolo

L’espressione “land grabbing”, che letteralmente significa «accaparramento della terra» identifica una pratica per acquisire terreni agricoli nei paesi in via di sviluppo. Questa tematica è esplosa con l’inizio della crisi economica del 2007-2008, in concomitanza con una serie di circostanze concatenate, tra cui la scarsità dei raccolti dovuta a eventi climatici sfavorevoli ed il successivo aumento spropositato dei prezzi dei prodotti agroalimentari. Grandi multinazionali e governi sono stati così spinti a cercare in paesi come Africa, America Latina e Sud Est asiatico, terre coltivabili e manodopera a buon mercato.

La conseguenza di questo comportamento ha generato l’esproprio delle terre e quindi della principale fonte di sostentamento per le popolazioni locali che, o vengono sfruttate nella lavorazione agricola oppure finiscono in condizione di grave povertà ai margini dei villaggi. Tutto ciò genera una crescente dipendenza dei paesi cosiddetti del “terso mondo” da quelli più ricchi, senza la possibilità di creare economie autonome e inoltre questa pratica influisce negativamente anche sull’ambiente in quanto il suolo viene sfruttato in modo intensivo, con una grave perdita per la biodiversità. Purtroppo spesso in queste realtà non esistono atti di proprietà dei terreni, che sono stati ceduti da generazione in generazione e quindi i governi locali ne fanno quel che vogliono, vendendoli o cedendoli in affitto per lunghi anni alle potenti aziende del settore.

Fortunatamente ci sono anche notizie riguardanti alla ribellione da parte di chi quelle terre le coltiva, le abita e le ama: da quelle di alcune comunità africane alle proteste di alcuni agricoltori cinesi hanno messo in atto per opporsi alla costruzione di strade sui propri terreni.
Non pensiamo che questo problema riguardi altri, perché anche in Italia e più precisamente in località S’Arrieddu a Narbolia (Sardegna), la cittadinanza si è fermamente opposta alla costruzione di un impianto di serre fotovoltaiche.

Dobbiamo avere sempre in mente che il futuro del nostro pianeta si basa sul rispetto reciproco e dell’ambiente in cui viviamo.